Colori ad olio o ad acqua , quale scegliere per la decorazione ?

Di solito quando si parla di imbianchini si pensa subito alla figura di imbianchino associato solo con il tingere dei muri. Un imbianchino fa molto di più che tingere i muri, tinge anche finestre, porte, ferriate, grondaie ecc. Ma che vernice scegliere per tutta la casa, una vernice ad olio oppure una vernice ad acqua?

Guardiamo insieme le differenze di queste due tipologie di vernici:

Le vernici ad olio hanno un’ottima adesione su superfici con molto gesso e hanno una migliore aderenza di quelle ad acqua. Le vernici ad olio sono più soggette a crescere le muffe grazie al olio vegetale che loro contengono anche se adesso gli mettono sostanze che riducono al minimo questa possibilità. Questa vernice può essere utilizzata sulla maggior parte dei materiali ma alcuni materiali richiedono prima un pre-trattamento come i metalli zincati. L’odore di questa tipologia di vernice e forte e pungente e possono essere pulite con acquaragia, diluenti per vernici o altri solventi. Questa vernice è molto difficile da stendere e perciò si consiglio di usare pennelli a setole naturali. Il tempo di asciugatura è lungo, da 8 fino a 24 ore.

Le vernici ad acqua possiedono un aderenza eccellente è una migliore elasticità. Sono più facili da stendere, hanno maggiore resistenza nel tempo e soprattutto maggiore resistenza allo scolorimento dal sole. Sulle vernici ad acqua non possono crescere le muffe anche se in queste vernici hanno messo i additivi contro le muffe. Può essere utilizzata su tutti i tipi di materiale ed impegna ad asciugare da 1 a 6 ore. L’odore non è forte come quello delle vernici ad olio.

Tecniche di pittura

Se parliamo di tecniche di pittura ci vengono in mente diverse tecniche come il finto marmo o il finto legno,